MACRO

menú facilitado

salto a:
contenido. búsqueda, sección. idiomas, menú. utilidad, menú. principal, menú. camino, menú. pie, menú.

Página Inicial > Eventos
Testaccio
15 diciembre 2013 - 6 enero 2014

Nove concerti che spaziano dal jazz alla musica classica con interpreti affermati e di talento in un viaggio musicale al confine dei generi, alla scoperta di Big Bambù la grande architettura/scultura di corde e bambú che sarà illuminata a festa per tutto il periodo natalizio, trasformando ancora una volta gli spazi del Museo di Testaccio. E, per finire, il giorno della Befana giochi e divertimenti per i più piccoli.

Un autentico Blues Party con i concerti di giovani band romane quali Phake + Parislamu, Ilaria Graziano & Francesco Forni e i Dead Shrimp.
A conclusione della serata Mojo Station djset a cura di Gianluca Diana.

Testaccio
7 diciembre 2013

Paesaggi sonori e sperimentazioni elettroacustiche a cura dei Quiet Ensemble.
A cura di FONDAZIONE ROMAEUROPA - DIGITAL LIFE LIQUID LANDSCAPES.

Progetto di Jacopo Miliani, artista in residenza al Museo, realizzato in collaborazione con il regista Dario Argento. Continuando la sua indagine sull’esperienza della percezione, sul concetto di rappresentazione e della sua negazione, Jacopo Miliani propone una particolare “visione” del famoso film Profondo Rosso (1975), presentandolo in forma di cinema d'ascolto

Il cortometraggio raccoglie una serie di interviste a 20 ragazzi, figli di immigrati in Italia e residenti in diverse città: Napoli, Milano, Roma, Trento, Prato e Palermo. Ognuno di loro ha parlato di sé, della sua famiglia, della scuola e della città in cui vive e ha citato, commentato o declamato l’articolo della Costituzione italiana più amato, ponendo così l’accento sull’importanza del rispetto delle leggi da parte di ogni cittadino. Un’idea semplice, ma capace di trasmettere grandi emozioni grazie alla spontaneità delle testimonianze e allo stupore di ascoltarle nei dialetti e nelle cadenze della così varia lingua italiana.

30 noviembre 2013

Presentazione di laboratori, reading e proiezioni tra Letteratura e Arte

Partendo dalla presentazione di "MACRO ODECQ", libro che Odile Decq ha dedicato al Museo da lei progettato, la conferenza vuole essere un momento di riflessione su cosa sia, che ruolo abbia, cosa rappresenti, e quale sia il futuro del museo d’arte contemporanea in Italia e in Europa.
Introduce Giovanna Alberta Campitelli. Intervengono Odile Decq, Achille Bonito Oliva, Hans-Ulrich Obrist, Bartolomeo Pietromarchi. Modera Paolo Conti.

L’artista, in conversazione con la curatrice Giorgia Calò, parlerà della sua metodologia, della sua ricerca e del progetto sviluppato nell’ambito della permanenza al Museo, nelle sue diverse fasi ed evoluzioni. Centrale nel lavoro di Ben Ari è il corpo femminile, esplorato nei suoi limiti e confini, e la messa in discussione degli stereotipi sociali e culturali legati alla figura della donna.

Incontro dedicato all'approfondimento del lavoro di uno dei maestri dell’arte contemporanea, pensato per dare una visione trasversale sulla sua opera: fermo sostenitore di un’astrazione basata su un colorismo emotivo, Turcato ha sempre sperimentato una tensione forma/colore protesa verso nuovi orizzonti spazio–temporali e come egli stesso affermava “la mia stesura del colore è istintiva, non razionale, non studiata: è forte la presenza dell’imprevisto, dell’incognito, dell’inconscio”. 

Per l'occasione sarà presentato anche il quaderno della mostra realizzata dal Museo in collaborazione con l’Archivio Giulio Turcato (ott.2012 - febb.2013), con i testi di Benedetta Carpi De Resmini, Maria Grazia Messina, Giuseppe Di Natale, Martina Caruso.

La Pelanda - Centro di produzione culturale
12 - 20 octubre 2013

XIV Edizione di Asiatica, Incontri con il cinema asiatico, dal 12 al 20 ottobre 2013 alla Pelanda dell'ex-Mattatoio di Roma, a Testaccio. Le nove giornate di festival, ad ingresso gratuito, includono 47 lungometraggi e 31 cortometraggi, alla presenza degli autori delle opere in competizione. Film inediti del cinema indipendente asiatico.
La manifestazione è stata realizzata con il sostegno di Roma Capitale - Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Regione Lazio - Promozione della Cultura, delle Arti Visive, del Cinema, dell'Audiovisivo e della Multimedialità, MIBAC - Direzione Generale per il Cinema, Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con La Pelanda - Centro di produzione culturale, Luce Cinecittà,  Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale e Zètema Progetto Cultura.
Per ulteriori informazioni: tel +39 39388386
Sito ufficiale
Pagina Facebook

In occasione della "Giornata del Contemporaneo", gli studi degli artisti selezionati per partecipare al quarto ciclo del programma Artisti in residenzaHilla Ben Ari, Riccardo Beretta, Jacopo Miliani, Sahej Rahal – si aprono per la prima volta al pubblico, che ha così l’opportunità di entrare in contatto diretto con gli artisti e di visitare il luogo in cui sperimentano e sviluppano le loro ricerche.

Il MACRO aderisce, sabato 5 ottobre 2013, alla Nonaedizione della "Giornata del Contemporaneo", evento annuale promosso da AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, dedicato all’arte contemporanea e al suo pubblico. Oltre alla possibilità di vedere gratuitamente le mostre in corso al Museo, in programma una serie di attività gratuite destinate a diverse tipologie di pubblico, come visite guidate, laboratori per bambini, visite agli studi degli artisti ospiti, incontri con fotografi.

I due workshop di una giornata si svolgeranno negli spazi del Macro di via Nizza e sono rivolti a professionisti, artisti e a tutti gli appassionati di fotografia e arti visive. In particolare i partecipanti avranno la possibilità di confrontarsi in modo diretto con i due autori presentando i propri lavori e creando un dialogo critico e costruttivo con tutto il gruppo.

4 - 6 octubre 2013

Durante i tre giorni inaugurali (4, 5 e 6 ottobre 2013) FOTOGRAFIA - Festival Internazionale di Roma dedica uno spazio ai grandi esponenti della fotografia internazionale (tra cui Adam Broomberg & Oliver Chanarin, Tim Davis, Patrick Faigenbaum, Guido Guidi, Michael Mack, Leo Rubinfien e Jeff Wall) che, attraverso una serie di incontri, coinvolgono il pubblico nelle loro riflessioni sul tema del Festival e sulla contemporaneità della fotografia.
Gli incontri si svolgono presso l'Auditorium del Macro.

Durante i tre giorni inaugurali (4, 5 e 6 ottobre 2013) il Festival ospita, nello Spazio Area del MACRO, case editrici, editori indipendenti, autori di pubblicazioni self-published e librerie internazionali che si sono distinte in questi anni per l’elevata qualità delle produzioni nell’ambito dell’editoria fotografica. Partecipano: Chopped Liver Press, Danilo Montanari Editore, Documentary Platform, Drago, Loosestrife Editions, Lugo Land, MACK, Monospace Press, One Room, Osservatorio Fotografico, Postcart, Quodlibet, s.t. foto libreria galleria, Trolley Books.

Omaggio a Renato Nicolini, un evento per ricordare una delle figure più amate a Roma per il suo modo originale e unico di fare cultura, utilizzandola come veicolo per riportare le persone in piazza durante gli anni bui che hanno attraversato il paese.

Assessore alla Cultura tra il 1976 ed il 1985, RenatoNicolini ha avuto la visionarietà, la forza, di credere nella cultura nelle sue varie espressioni e di riuscire, con l’idea rivoluzionaria dell’Estate Romana, a portarla nelle strade, nei luoghi monumentali, nelle piazze, coinvolgendo il grande pubblico. Guidato dalla sua teoria del Meraviglioso Urbano che si basa sul concetto di far rivivere i luoghi della città - la “scena fissa della vita” secondo la definizione di Aldo Rossi – ha fatto rinascere a Roma la vita culturale attraverso eventi e installazioni urbane.

Amici, artisti, studiosi, compagni di strada, personalità della cultura e della politica si riuniscono al MACRO per ricordare Nicolini, attraverso parole, musica, letture e proiezioni. Una serata che coinvolgerà tutti gli spazi del Museo, attraverso un percorso itinerante in cui il pubblico sarà guidato da Stradabanda, Orchestra Scuola Popolare di Musica di Testaccio.

Apre la serata il Sindaco Ignazio Marino con un intervento sulle linee tracciate da Nicolini per un rinnovamento democratico della vita culturale cittadina. L’Assessore alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica Flavia Barca per l’occasione chiederà agli artisti presenti di condividere e proporre idee e progetti per un’altra idea di città.

La Pelanda - Centro di produzione culturale
18 septiembre 2013

Ultimo appuntamento della rassegna Short Theatre 8

Il libro raccoglie una serie di saggi che analizzano alcuni temi fondanti nell’opera di Gastone Novelli – specchio di inquietudini, instabilità e audacie della cultura contemporanea – in particolar modo la sua attitudine a creare interi mondi ricomposti dai frammenti e dai segni, che si ritrova sia nei suoi dipinti che nella produzione grafica. La pittura di Novelli, in sintonia con le poetiche di amici scrittori e poeti, da un certo punto in poi oscilla continuamente, per alternanti approssimazioni e allontanamenti, da un centro di significato a un altro, per rendersi conto alla fine che un centro non esiste: esiste invece un margine delle cose, un lavoro laterale e parallelo sulle briciole dei possibili universi segnici. Intervengono: Pietro Fortuna, Franco Marcoaldi, Vittorio Messina e  Marco Rinaldi; modera: Paolo Conti.

La Pelanda - Centro di produzione culturale
5 - 14 septiembre 2013

Ha luogo quasi interamente nello spazio della Pelanda, l’ottava edizione di Short Theatre: uno spazio e un tempo intorno alle scritture sceniche contemporanee, le nuove drammaturgie, i nuovi linguaggi, la trasversalità generazionale.
Due soli gli appuntamenti all'esterno:
13 settembre 2013 ore 18.00 - Piazza del Popolo - Agoraphobia
14 settembre 2013 ore 18.00 - Stazione Termini - Agoraphobia

Il volume approfondisce i temi sviluppati dalla mostra che ha presentato un nucleo di opere rappresentative degli sviluppi più recenti del lavoro dell'artista giapponese – nato in Manciuria nel 1940 e stabilmente in Italia dal 1967 –, tra i protagonisti più rilevanti della scultura internazionale contemporanea. In catalogo, oltre a un ricco apparato iconografico, i testi dei curatori, Bruno Corà e Aldo Iori, e i contributi critici di Jole De Sanna, Toshiaki Minemura e Bartolomeo Pietromarchi. Alla presentazione intervengono: Bruno Corà, Aldo Iori, Tommaso Trini, Giacomo Guidi, Bartolomeo Pietromarchi e l’artista Hidetoshi Nagasawa.

La rassegna, curata da Benedetta Carpi De Resmini, è pensata per approfondire la sperimentazione legata al cinema d'artista, uno degli aspetti più interessanti ad aver caratterizzato le vicende culturali di Roma. Dagli anni Sessanta infatti la città, dopo essere diventata capitale del cinema d’autore con la grande fabbrica di Cinecittà, ha visto nascere anche in ambito artistico un fermento di proposte sperimentali legate al mezzo cinematografico. Il progetto è realizzato in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale e la Cineteca di Bologna.

Incontro nell'ambito del programma Artisti in residenza. Kateřina Šedá, a conclusione della sua permanenza al Museo, parlerà della propria esperienza e del progetto realizzato, nelle sue fasi ed evoluzioni. Il lavoro di Kateřina Šedá ha come base di partenza il vissuto, l’esperienza personale, che nella sua opera si riflette non tanto in termini di narrazione aneddotica o autobiografica, quanto di ricerca quotidiana, di analisi dei problemi che la circondano e coinvolgono in prima persona, attraverso una pratica che ha molto in comune con un intervento sociale vero e proprio. 

L’ensemble musicale Entropia, composto da Dr. Lops e Amptek Alex Marenga con il coinvolgimento del batterista statunitense John Arnold e la partecipazione speciale del jazzista Maurizio Giammarco al sassofono, intreccia insieme le proprie sonorità con i movimenti dei danzatori Valentina Buffone (che cura coreografie ed elaborazione video), Antonio Marino e Laura Fantuzzo dando vita ad uno spettacolo dove le arti si interconnettono senza seguire modalità tradizionali.

A cura di NOVEA Architetture srl

Direttore Piero Gallo. Trombe Francesco Del Monte, Daniele Masella; Corno Simone Graziani; Trombone Sergio Battista; Tuba Claudio Romano
Il Coro Mavra, nato nel 1988 per iniziativa del M.° Piero Gallo, è formato da un gruppo di giovani tra i 20 ed i 25 anni. Il Quintetto Ottonidautore è un quintetto di ottoni composto da cinque professionisti desiderosi di divertirsi e divertire, e perché no, far riflettere, eseguendo musica originale per ottoni e non solo.

A cura dell’Associazione Culturale MAVRA

La Pelanda Centro di produzione culturale
18 mayo 2013

Concerto nell'ambito de "La Notte dei Musei 2013"

Il libro affronta il tema delle apparenze sociali, invitando a guardare la società come un oggetto estetico e analizzando quel sistema di segnali – fatto di gesti, espressioni, accessori, ornamenti – che conduce alla strutturazioni delle nostre relazioni sociali. L’autrice, partendo dalla filosofia e incrociando la sociologia, la storia delle arti e la letteratura, approfondisce il modo in cui la nostra figura – fatta di immagini, suoni, odori, sensazioni tattili e persino sapori – viene colta dai sensi degli altri e valutata dal loro gusto: così si plasma la nostra identità e la forma del mondo in cui abitiamo. Oltre all'autrice intervengono Edoardo Albinati, Clotilde Bertoni, Riccardo Falcinelli e Tonino Griffero, coordinati da Daniele Balicco e Cecilia Canziani. 

Il volume, realizzato grazie al contributo della Galleria Porta Latina di Roma, approfondisce i temi sviluppati dalla mostra, pensata per svelare un Bendini poco noto attraverso quelle opere che – traendo gli elementi direttamente dalla realtà – rivelano una singolare vicinanza con la successiva poetica dell’arte povera. Intervengono Bartolomeo Pietromarchi, Gabriele Simongini, Benedetta Carpi de Resmini.

MACRO e RAI Radio3, in collaborazione con Auditorium Parco della Musica e RAM radioartemobile, presentano la seconda edizione del festival curato da Blauer Hase, collettivo di cui fa parte Riccardo Giacconi, artista in residenza al MACRO da febbraio. Il programma prevede sessioni di ascolto collettivo di opere sonore – presso l’Auditorium del MACRO, l’Auditorium Parco della Musica e la Sala A di RAI Radio3 –  realizzate da artisti e autori internazionali. Ogni sessione sarà seguita da una discussione in presenza degli autori. Il festival nasce con l’intento di indagare la possibilità di un ascolto collettivo, come accadeva durante le prime trasmissioni radiofoniche con i radiodrammi, per capire se e come quella modalità di ascolto, progressivamente scomparsa con la diffusione della televisione, possa essere riattivata oggi. HELICOTREMA, organizzato in collaborazione con Giulia Morucchio, presenta opere di, tra gli altri, Dario D’Aronco, Ryan Gander, Florian Hecker, Jacob Kierkegaard, Amedeo Martegani, Matteo Nasini, Cesare Pietroiusti, Bianca Pitzorno, Giulio Squillacciotti, Alberto Tadiello, Fiona Tan, Chris Watson, Hildegard Westerkamp.

PROGRAMMA
Giovedì 18 aprile 2013 - Auditorium MACRO
18.30: Presentazione Helicotrema
19.00: L’aperto
Maria Balabas, Ryan Gander, Oswaldo Maciá, Aníbal Parada, Alberto Tadiello, Valentina Vetturi, Chris Watson, Hildegard Westerkamp.
Venerdi 19 aprile 2013
Auditorium Parco della Musica, Parco Pensile
18.00: Il colloquio con le ombre
Amedeo Martegani & Giuseppe Ielasi, Andrea Morbio, Bianca Pitzorno, Maria Luisa Spaziani, Giulio Squillacciotti, Enrico Vezzi, Daniele Zoico.
Auditorium Parco della Musica, Studio 3
20.00: Supersonique
Vittorio Cavallini, Dario D’Aronco, Florian Hecker, Jérôme Joy, Jacob Kirkegaard, Bianca Pitzorno, Mark Peter Wright.

Sabato 20 aprile 2013 - MACRO
15.00: MERCANTE IN FIERA. Creazione collettiva di radioteatro
laboratorio didattico destinato a bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni
(prenotazioni entro venerdì 19 aprile 2013: famiglie.macro@gmail.com)
RAI Radio3, Sala A
21.00: L’arte invisibile
Mauricio Bejarano, Jacob Kirkegaard, Paolo Pennuti, Cesare Pietroiusti, Mariateresa Sartori, Thauma, TSO, Chris Watson, Emiliano Zelada, ZimmerFrei.
(trasmessa in diretta su Radio3 solo su prenotazione: macroresidenze@gmail.com)

Domenica 21 aprile 2013 - Auditorium MACRO
17.00: Sessione d’ascolto a cura di RAM radioartemobile
Alexandre Joly & Jonathan Frigeri.
19.00: Il testimone auricolare
Sandi Hilal & Alessandro Petti, Petri Kuljiuntausta, Matteo Nasini, Caterina Rossato, Fiona Tan, Jurga Zabukaite.

Talk di Luca Trevisani, il cui lavoro spazia dalla scultura al video, fino a discipline come le arti performative, la grafica, il design, il cinema di ricerca e l’architettura. L’artista, in residenza al Museo da febbraio, parlerà – in conversazione con Claudia Gioia, curatore della sua recente mostra personale presso la galleria Bonomo di Roma, e l'artista visivo Italo Zuffi – della sua ricerca artistica, riflessione costante sulle continue trasformazioni della materia e sulle leggi della natura che le determinano. Durante l’incontro Trevisani introdurrà, inoltre, il progetto che sta realizzando nel corso della residenza e di cui protagonista è proprio l’acqua con le sue trasformazioni fisiche e i suoi cambiamenti, in particolare, quelli determinati dal processo di sublimazione.

Presentazione del catalogo della mostra di Valerio Rocco Orlando, "The Reverse Grand Tour", a cura di Ludovico Pratesi e Angelandreina Rorro, in corso a Roma, alla Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea, fino al 28 aprile 2013. "The Reverse Grand Tour" è un progetto realizzato a Roma nell’arco di un anno, durante il quale l’artista ha trascorso un periodo di residenza in alcune accademie straniere della città: un’esperienza mai avvenuta prima, concepita proprio per osservare dall’interno un sistema formativo e culturale unico al mondo e per analizzare – attraverso la relazione diretta con gli artisti stranieri in città – l’evoluzione e la natura del Grand Tour oggi. Il volume, pubblicato da Maretti Editore in occasione della prima mostra personale di Valerio Rocco Orlando in un’istituzione pubblica italiana, raccoglie contributi di Stefano Chiodi, Adrienne Drake, Raffaele Gavarro, Ilaria Gianni, Luca Lo Pinto, Bartolomeo Pietromarchi, Ludovico Pratesi, Angelandreina Rorro, Valentina Sansone e Maria Rosa Sossai. Intervengono: Ludovico Pratesi, Angelandreina Rorro, Valerio Rocco Orlando

Conferenza organizzata nell’ambito del progetto "Joan of Art: Towards a Free Education", realizzato in collaborazione con Nomas Foundation e European Alternatives, a cura di Mike Watson, curatore e filosofo. Una giornata di dibattito sul tema dell’adeguatezza dei modelli accademici alle reali e concrete esigenze della società e sull'esplorazione di possibili pratiche educative alternative, che si svolgerà in inglese e in italiano con traduzione simultanea.

Intervengono: David Blacker, autore di The Falling Rate of Learning and the Neoliberal Endgame (in via di pubblicazione, Zer0 books); Hajo Doorn, Direttore della Worm Foundation di Rotterdam; Mark Fisher, autore di Capitalist Realism: Is There an Alternative? (2009, Zer0 books); Dario Gentili, Dottore di Ricerca in “Etica e Filosofia politico-giuridica” presso l’Università di Salerno; Adelita Husni Bey, artista; Simonetta Lux, storica dell'arte, curatrice e fondatrice MLAC, Università La Sapienza; Alpesh Maisuria, docente di Scienze dell'Educazione e dell'Infanzia presso Anglia Ruskin University; César Meneghetti, artista; Cesare Pietroiusti, artista; Esther Planas, artista  e fondatrice di Five Years, London; Maria Rosa Sossai, curatrice e fondatrice ALAgroup; Stalker/Osservatorio Nomade, collettivo di artisti e architetti; Mike Watson, curatore e filosofo; occupanti di MACAO, del Teatro Valle e del Teatro Garibaldi Aperto. Partecipa inoltre il collettivo Radical Intention che propone Sense of Belonging, una serie di esperimenti dal vivo con il pubblico per esplorare il concetto di performance come metodo di apprendimento collettivo. 

Quarto appuntamento del ciclo di conferenze organizzato nell’ambito della mostra "Ritratto di una città. Arte a Roma 1960 – 2001". Durante l’incontro, introdotto da Stefano Chiodi, Achille Bonito Oliva approfondirà le grandi mostre da lui realizzate a Roma, soprattutto negli anni Settanta e Ottanta, come Vitalità del negativo (1970), Contemporanea nel parcheggio di Villa Borghese (1973), Avanguardia transavanguardia alle Mura Aureliane (1982), che hanno segnato un profondo cambiamento nell’arte e nella stessa progettualità espositiva. 

Partendo da una riflessione sul sistema dell’educazione, il progetto curato da Mike Watson, intende mettere in discussione gli attuali modelli di istruzione, proponendo un sistema alternativo gratuito e accessibile, che sia basato sulla condivisione delle informazioni, e gestito da un network internazionale di istituzioni artistiche e da personalità coinvolte in iniziative di apprendimento. Il progetto, iniziato nel 2012, con la collaborazione di Donatella Giordano, si articola con diverse modalità e coinvolge artisti, accademici e professionisti che operano in diversi settori.

L’artista Brian Bress, in conversazione con Maria Alicata, parlerà della propria ricerca e del processo creativo che conduce alla realizzazione delle sue opere, caratterizzate da una sperimentazione incentrata principalmente sul video, ma in cui emerge anche il forte legame con una formazione di tipo pittorico. Per lui infatti i due media, apparentemente lontani, sono in realtà contraddistinti dalla stessa bidimensionalità: nei suoi lavori fa dialogare la natura della pittura e la fruizione dei video, esplorando i confini tra immagine e realtà, attraverso supporti quali i monitor a schermo piatto che dissimulano i video come se fossero quadri appesi alle pareti. Le sue opere divengono così dei trompe l'œil, finestre su un altro mondo che l’artista può immaginare e costruire. 

Talk di Riccardo Giacconi, artista in residenza al Museo da febbraio, e Andrea Morbio, nell’ambito del programma Artisti in residenza. L’incontro si focalizza sul progetto a cui Riccardo Giacconi sta lavorando dal 2010 con l’antropologo e artista Andrea Morbio: una ricerca intorno all’enigmatico personaggio Simone Pianetti, la cui vicenda sarà presentata come un racconto per letture e immagini, attraverso vari testi e materiali.
Simone Pianetti nel 1914 uccise – nel paese di Camerata Cornello in Val Brembana – sette persone (tra cui il medico, il sindaco e il parroco del paese), per vendicarsi delle loro diffamazioni che, rovinandogli la vita, lo costrinsero a chiudere la locanda e ad abbandonare il paese. Dopo gli omicidi scappò e si rifugiò in montagna: non fu mai arrestato e il suo corpo mai ritrovato.

Una conversazione tra Flavio Favelli ed Emanuele Trevi. Un incontro tra arte e letteratura, in cui l’artista e lo scrittore parleranno del proprio lavoro, in particolare confrontandosi su due dei loro progetti più recenti: la mostra Hotel San Giorgio di Flavio Favelli – in corso alla Galleria S.A.L.E.S. di Roma – e il romanzo di Emanuele Trevi Qualcosa di scritto (Ponte Alle Grazie, 2012). 

Conferenza nell’ambito della mostra "Ritratto di una città. Arte a Roma 1960 – 2001". L'incontro propone una riflessione su come in passato la città sia stata raccontata dalla fotografia, e su come si possa raccontare oggi Roma con gli strumenti della fotografia e del documentario. Intervengono Marco Delogu, Stefano Simoncini, Nicholas Caporusso, Maurizio De Bonis, Mario Sesti e Gianluca Di Feo.

Presentazione del libro di Vincenzo Latronico e Armin Linke (edito da Humboldt)  che racconta il viaggio che nei primi mesi del 2012 Vincenzo Latronico e Armin Linke hanno intrapreso da Gibuti ad Addis Abeba e rivela come per entrambi sia stata l’occasione per riflettere sulle contraddizioni della globalizzazione, viste da una prospettiva africana. All'incontro intervengonoAndrea Cortellessa, critico letterario; Luca Guadagnino, regista e Vincenzo Latronico, autore del libro.

Testaccio
23 febrero 2013

Lo spazio della Pelanda a Macro Testaccio, nell’ambito della seconda edizione del Festival “C’era una volta. Gioco e giocattolo”, ci racconterà di un Alberto Sordi doppiatore. La Pelanda ospita nella sala cinema, la proiezione del film “I diavoli volanti”, diretto nel 1939 da Edward Sutherland con Stanlio e Ollio e Alberto Sordi doppiatore di Oliver Hardy in Italia. Una filmografia, in questa insolita veste, piuttosto ricca: tra gli altri, ha dato voce a  Bruce Bennett, Anthony Quinn, John Ireland, Robert Mitchum, Pedro Armendariz e, tra gli italiani, Franco Fabrizi e Marcello Mastroianni.

Documentario (durata 55') sul backstage della video-installazione Kollaps, Aufstieg di Francesco Fonassi, vincitore della III edizione del Premio &ARTISTA. L'opera è una riflessione sulla voce umana e sui suoi effetti nello spazio/tempo. All'incontro partecipano Francesco Fonassi e Lorenzo Macioce.

MACRO Testaccio
16 febrero - 24 marzo 2013

Mostre, spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, concerti, laboratori di teatro e attività artistiche per bambini. Principio guida del festival è l’edutainment, che mira ad educare giovani e giovanissimi, intrattenendoli. In questo caso, l’intrattenimento interessa tutta la famiglia con attività pensate per essere fatte insieme e favorire il dialogo tra generazioni.

Il libro (edito da Postmedia Books, 2012) analizza i cambiamenti avvenuti nel panorama espositivo internazionale, ripercorrendo alcune delle tappe principali dell'evoluzione dell'arte contemporanea nel ventesimo secolo. L’autore riflette su come la trasformazione sia legata ad avvenimenti storici, politici ed economici e su come l'incontro tra culture — con il conseguente profilarsi di un nuovo concetto di identità — sia alla base di molta della produzione artistica degli ultimi anni. Con l'autore ne parla la critica d'arte Teresa Macrì.

L’autore, attraverso una serie di saggi — editi e inediti — cerca di definire una dimensione "geografica" della storia dell’arte contemporanea, indagando se esista, in relazione al contesto internazionale, un’arte contemporanea specificamente italiana. Insieme all'utore partecipano all'incontro Francesca Coin, Andrea Cortellessa e Stefano Chiodi.

Galà di Danza con performance dei giovani della danza europea, coreografie di danza contemporanea e moderna. Con la Compagnia Euroballet. A cura di Itinerari Danza.

Il libro, edito da Charta - in lingua italiana e inglese - con il supporto di Ines Musumeci Greco, è curato da Raffaele Bedarida e documenta il progetto Roots, realizzato dall’artista nel 2009 a New York, nell’ambito della residenza internazionale Harlem Studio Fellowship. Oltre all'artista partecipano all'incontro gli autori dei testi Carlo Bordini, Elena Giulia Rossi, Valentina Tanni e Alessandra Troncone. Modera Luigia Lonardelli.

Primo appuntamento del ciclo di conferenze organizzate nell’ambito della mostra Ritratto di una città. Arte a Roma 1960 – 2001. Partendo da un’analisi dell’opera Licence to stay alone del 1962, esposta in mostra, sarà affrontato il tema del valore d’uso dell’arte in rapporto alla sua funzione di produrre pensiero, immaginazione e idee.

Testaccio
2 - 7 febrero 2013

Bellissimo e intenso spettacolo teatrale per adulti dal titolo “Amore e Follia, le sorelle Papin", liberamente tratto dal capolavoro di J.Genet.
Lo spettacolo è un atto unico di 50 minuti che narra della vicenda di cronaca che nel 1933 vide protagoniste a Le Mans, due giovani domestiche, Lea e Christine Papin, sfortunate sorelle con gravi disturbi della personalità che commisero un efferato delitto ai danni della loro padrona e di sua figlia ventenne. A cura di Ricreazione Soc.Coop.Soc.

Lecture in lingua inglese di Alfredo Jaar, artista cileno di recente nominato rappresentate del padiglione nazionale cileno alla 55.ma Biennale di Venezia.

Proiezione dei cortometraggi d’arte che l’Associazione CortoArteCircuito, con la direzione artistica di Beatrice Bulgari, ha prodotto per la sezione Crossing Cultures nelle ultime due edizione di Asiatica Film Mediale.

Rassegna di documentari, cortometraggi e video sullo sport
20 enero - 17 febrero 2013

Per la rassegna (il cui titolo si ispira all’omonima pellicola del poeta e regista danese Jørgen Leth), l'artista Giovanni Giaretta ha selezionato una serie di documentari, cortometraggi e video sullo sport, per indagarne la fenomenologia, l’estetica, la poetica. Nove proiezioni in sette appuntamenti, con sette registi internazionali che hanno investigato le molteplici dimensioni di altrettante pratiche sportive.

Mercoledì 30 gennaio 2013, ore 19.00
Proiezione della seconda parte di:
Olympia (1938) [Festa di bellezza] di Leni Riefenstahl

Domenica 3 febbraio 2013, ore 19.00 e ore 20.00
The Impossible Hour (1974) di Jørgen Leth

Domenica 10 febbraio 2013, ore 19.00
Moments of Play (1986) di Jørgen Leth

Giovedì 14 febbraio 2013, ore 19.00
La scena emisferica (2009) di Riccardo Giacconi e Daniele Zoico. A seguire: In forma lucrurilor care trebuie sa vine - Nella forma delle cose a venire (2011) di Riccardo Giacconi e Daniele Zoico

Domenica 17 febbraio 2013, ore 19.00
Species of Spaces in Skateboarding (2008) di Raphaël Zarka 

Due giornate di conferenze, incontri e proiezioni dedicate alla videoarte in digitale, in collaborazione con l’associazione C.A.R.M.A. – Centro d'Arti e Ricerche Multimediali Applicate e con la partecipazione di UnDo.Net - network di artisti, curatori e operatori del settore.

Presentazione del volume di Nanni Balestrini edito da Il Canneto Editore, che fa riferimento all'opera omonima, il film più lungo del mondo, dalla durata di 2400 ore attualmente visibile nel foyer del Museo fino al 27 gennaio 2013. All'incontro partecipano l'autore e Achille Bonito Oliva, insieme a Paolo Bertetto e Manuela Gandini, autori di due dei testi del volume.

de nuevo a menú facilitado.